Santa Carne

 

Santa Carne

Direzione artistica: Marta Scaccia, Piero Martinello
Fotografie: Piero Martinello
Progetto grafico: Martina Camani, Gianna Rubini
Testi: Marta Scaccia, Cristiana Santambrogio, Cristina Simonelli, Alessandro Castegnaro
Training: Martina Camani, Elisabetta Luise, Marta Scaccia

Con L.S.L.C., Cristiana Santambrogio, Marina Picardi, Simone Maculan, Gianna Rubini, Maria Fiaccadori, Frida Turco

Produzione: L.S.L.C., Teatro della Cenere, Piero Martinello
con il supporto di Crédit Agricole

Fanzine stampata in 5000 copie
© 2020 Associazione Culturale Teatro della Cenere Editore
© 2020 Gli autori per i loro testi e le loro opere

 

 

Non siamo angeli, abbiamo un corpo.

Santa Carne è un progetto di Teatro della Cenere in collaborazione con Piero Martinello che nasce da un’idea di Cristiana Santambrogio e del gruppo di ricerca L.S.L.C. che si riunisce intorno a lei nell’indagine su tematiche LGBTQ, di antropologia, teologia e pratiche ecclesiali, fino alla questione tanto fondamentale quanto rimossa del rapporto tra la sessualità e la Chiesa cattolica.
Con questo progetto Teatro della Cenere si apre alla collaborazione con un fotografo ritrattista e con un gruppo di non-attori per esplorare i temi del corpo e del sacro attraverso la ricerca teorica – nei campi della letteratura, della teologia, della psicoanalisi e dell’arte – il movimento e la fotografia nel tentativo di indagare a fondo il tema attraverso sensibilità, formazioni e linguaggi diversi per la pubblicazione di una fanzine contenente materiale fotografico selezionato, testi grafici e interventi critici.
Il fine del progetto è la divulgazione su larga scala della fanzine allo scopo di sensibilizzare e di stimolare una riflessione nella società odierna rispetto ai temi sopra citati, inserendosi all’interno di molteplici ambiti di ricerca e di discussione.